QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il lancio della campagna di salvataggio dell’Orca nella Senna: ‘E’ in pericolo di morte’

Il drone deve guidare l’orca randagia, che sta nuotando sempre più a monte della Senna, riportandola in mare con i suoni dell’orca. La sua vita è in pericolo, dicono i biologi marini.

Le orche si trovano quasi ovunque nel mondo, ma prosperano meglio nelle acque ghiacciate. Basti pensare all’Islanda, alla Norvegia o alle acque atlantiche del Golfo di Biscaglia. Quindi non li vedrai spesso nel canale. Quindi c’è stata una grande sorpresa quando un campione è apparso nel porto di Le Havre in Normandia il 16 maggio. L’animale nuotava da solo lungo l’estuario della Senna a Honfleur. I biologi marini si sono subito preoccupati. L’orca è un animale di gruppo e vive in un ambiente familiare. Quest’uomo alto quattro piedi era chiaramente perso.

Nel frattempo, l’animale nuotava sempre più a valle della Senna. Venerdì sono state avvistate orche a Rouen, a circa 70 chilometri dalla foce del fiume. Le foto mostrano che la sua salute è notevolmente peggiorata. “È in pericolo di vita”, ha detto a France 3 Gerard Mauger, vicepresidente del gruppo francese di ricerca sulle balene: Moger sospetta che le orche stiano cercando riposo nella Senna, perché la corrente del fiume è meno pesante. Ma a lungo andare, l’acqua dolce e la mancanza di cibo hanno portato a una grave perdita di peso. Se l’animale non torna presto in mare, andrà incontro a morte certa.


La pinna dorsale dell’orca è sospesa zoppa. Questo indica le sue cattive condizioni.

Foto: Reuters

Le sue cattive condizioni appaiono immediatamente sulla pinna dorsale curva. L’orca è anche chiamata balena spada in olandese, per la sua pinna simile a una spada. I maschi in condizioni normali vantano un esemplare morto di fila. I filmati più vecchi mostravano l’orca randagia che divideva le onde con la sua pinna dritta, ma ora ne rimane poco.

suoni del sonar

È difficile trovare una soluzione senza esercitare maggiore pressione sull’animale, dice Moger. Tuttavia, venerdì, le autorità francesi hanno deciso di agire. Usando i suoni del sonar che imitano i modelli di comunicazione dell’orca, cercheranno di riportare l’animale nell’acqua salata. Le orche usano un ampio arsenale di suoni di clic per comunicare tra loro. Si trasmettono reciprocamente la posizione attraverso quella che viene chiamata ecolocalizzazione.

La divisione Seine-Maritime schiererà un drone per trasmettere i suoni del sonar. In questo modo non invasivo possiamo raggiungere l’animale da poche centinaia di metri. In questo modo evitiamo di schierare navi troppo vicino all’animale, in quanto ciò potrebbe aumentarne lo stress e metterne in pericolo la vita”. Non è ancora certo se funzionerà, perché i modelli di comunicazione delle orche sono molto complessi. Gli esseri umani non sono mai stati in grado di per decifrarli completamente.

Non è la prima volta che una balena si perde in un fiume. L’anno scorso, una balenottera minore ha nuotato attraverso il Tamigi fino a sud-ovest di Londra. Il vitello non è sopravvissuto al volo. Una megattera morta è stata trovata anche nel Tamigi nel 2019.

Correzione (28/05/2022): In origine si riferiva al “Canale del Mare del Nord”, poiché doveva essere il “canale”. Il Canale del Mare del Nord è un canale che collega Amsterdam con il Mare del Nord.

READ  Affare imbarazzante applausi per De Crewe