QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il primo ministro britannico Liz Truss si dimette dopo sei settimane, la nuova elezione della leadership del partito entro la settimana

All’inizio di oggi, un portavoce di Truss ha affermato che il primo ministro ha riconosciuto che “ieri è stata una giornata difficile”, ma ha voluto rimanere e concentrarsi sul servizio al Paese. Ma le cose possono muoversi rapidamente nella politica britannica. Un’ora e mezza dopo, le sue parole erano già superate.

Truss ha annunciato che entro la settimana si terranno le nuove elezioni per la leadership del partito, le quarte in sei anni. Rimarrà primo ministro fino a quando non verrà eletto un nuovo leader del partito che le succederà come primo ministro. Secondo il presidente della commissione del 1922, il risultato elettorale dovrebbe essere noto venerdì prossimo (28 ottobre).

Si dice che Jeremy Hunt, che era candidato alle ultime elezioni e ora ha il permesso di togliere le castagne dal fuoco come Segretario al Tesoro, non si candiderà di nuovo. Rishi Sunak e Benny Mordaunt sono popolari tra i parlamentari conservatori e dovrebbero candidarsi di nuovo. Ci sono anche voci che Boris Johnson tornerà di nuovo.

Keir Starmer, leader del partito laburista di opposizione, vede tutto questo tristemente accadere e chiede nuove elezioni parlamentari. Lo ha già fatto con Johnson che ha cambiato marcia. Secondo Starmer, la crisi tra i conservatori sta danneggiando l’economia britannica e la reputazione del Paese. Il Labour sta andando bene nei sondaggi in questi giorni ed è chiaro che Starmer vuole fare soldi da questo ipotetico successo il più rapidamente possibile.