QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

In Arizona è ancora in vigore la legge sull’aborto del 1864: nello stato americano l’interruzione della gravidanza è di fatto vietata

In Arizona è ancora in vigore la legge sull’aborto del 1864: nello stato americano l’interruzione della gravidanza è di fatto vietata

Da dicembre 2022, i medici in Arizona possono eseguire aborti fino alla 15a settimana di gravidanza. Questo riconoscimento si basava sull'interpretazione della legislazione da parte di un tribunale di grado inferiore.

La Corte Suprema, la più alta corte dello stato, sta ora ribaltando la situazione. La corte ha stabilito che l’Arizona deve seguire una legge risalente al 1864 che vieta quasi completamente l’aborto. Esiste un'eccezione per i casi in cui la vita della donna è in pericolo, ma non per i feti nati da stupro o incesto. Chiunque abortisce rischia da due a cinque anni di carcere.

Il presidente Joe Biden definisce “crudele” la legge sull’aborto del 1864. “Milioni di persone in Arizona vivranno presto sotto un divieto di aborto ancora più estremo e pericoloso, che non riesce a proteggere le donne anche quando la loro salute è a rischio o in casi tragici di stupro o incesto. (…) Questa decisione è il risultato dell'agenda estrema dei funzionari repubblicani Eletti determinati a togliere la libertà alle donne.

Il procuratore generale democratico dell'Arizona Chris Mayes aveva precedentemente affermato che non avrebbe perseguito alcun caso. Planned Parenthood of Arizona, il più grande fornitore di aborti nello stato, afferma che continuerà ad aiutare le donne fino all'attuazione della legge, hanno riferito i media statunitensi.

READ  Il presidente del Ciad è morto per le ferite di guerra ...