QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Banca d’Inghilterra lancia l’allarme sull’economia britannica e interviene in modo senza precedenti

La reazione in preda al panico è arrivata dopo la notizia che i fondi pensione rischiavano di finire nei guai. C’è tensione anche nel mercato immobiliare. Poiché il governo britannico non ha preso provvedimenti, la Banca d’Inghilterra ha deciso di intervenire acquistando titoli di Stato per arginare il rialzo dei tassi di interesse. L’intervento di emergenza della banca di mercoledì ha portato ancora una volta a un leggero calo dei tassi di interesse sui titoli di Stato britannici.

Questa situazione è unica per gli standard britannici. Il caos è il risultato dell’intenzione del ministro delle Finanze Kwasi Koarting di prendere in prestito 50 miliardi di euro per finanziare i tagli alle tasse. Dopo questa scommessa del governo conservatore, l’economia britannica è stata in gravi difficoltà. La sterlina sta scendendo, il debito pubblico sta aumentando e i tassi di interesse stanno salendo.

Il Fondo Monetario Internazionale ha annunciato, martedì sera, le sue preoccupazioni per il percorso finanziario del governo britannico. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e l’agenzia di rating Moody’s hanno anche messo in dubbio il prezzo delle azioni britanniche nelle ultime 24 ore. Ciò che il governo sta facendo a Londra va contro tutte le leggi macroeconomiche esistenti.

Le finanze pubbliche britanniche sono da tempo in uno stato precario a causa della guerra in Ucraina e della stampa di centinaia di miliardi di sterline durante il blocco del coronavirus. La decisione di spendere così tanti miliardi per le agevolazioni fiscali a vantaggio principalmente dei ricchi sembra essere stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Il primo ministro Liz Truss e il ministro Kwarteng sono sottoposti a crescenti pressioni per ritirare i loro piani fiscali. Se lo facessero, sarebbe un enorme peccato per il governo appena nominato. I tagli alle tasse sono al centro della politica del governo.

READ  Prima mondiale: una nuova nave di Zwijndrechts può posare palafitte alte quanto un condominio (e su di esse puoi giocare a badminton) (Zwijndrecht)

riunioni di emergenza

Ora si teme che il governo britannico abbia perso il controllo dell’economia. Truss, descritto dall’ex consigliere del governo Dominic Cummings come una “granata umana”, è rimasto in silenzio. Nel frattempo, Kwarteng ha tenuto riunioni di emergenza con banchieri britannici e americani.

I banchieri chiedono al Tesoriere di presentare presto un piano di crescita economica per l’economia britannica, piuttosto che a novembre come prevede di fare. C’è la possibilità che Kwarteng elabori misure di austerità significative, sostenendo che i mercati finanziari lo stanno costringendo a farlo.

Il leader dell’opposizione Keir Starmer ritiene che il parlamento britannico dovrebbe riunirsi in una sessione di emergenza. A causa dei caucus, ora c’è una pausa parlamentare di tre settimane. Hai incasinato le cose all’interno del Partito conservatore. Molti membri del partito hanno già perso fiducia in Truss: il successore di Boris Johnson non si trova al numero 10 di Downing Street da un mese.

L’ex ministro delle finanze Rishi Sunak, che ha messo in guardia da questo pasticcio finanziario, ha detto che eviterà l’imminente conferenza del suo partito conservatore. Anche altri leader conservatori evitano come la peste la convenzione del partito.

mercato immobiliare

Dall’America, l’ex cancelliere dello scacchiere Larry Summers ha dichiarato che la Gran Bretagna sarà ricordata come il paese con le peggiori politiche macroeconomiche da molto tempo. I piani finanziari stanno già avendo un impatto sul mercato immobiliare. All’inizio di questa settimana, le banche britanniche hanno ritirato dal mercato quasi migliaia di diversi prodotti ipotecari. I proprietari di case e i mutui flessibili devono affrontare un serio problema se, come previsto, la Banca d’Inghilterra alzerà ulteriormente i tassi di interesse nelle prossime settimane.

I conservatori mercoledì hanno criticato il Fondo monetario internazionale. “L’FMI ​​ha costantemente sostenuto le politiche economiche tradizionali nel corso degli anni”, ha affermato Lord Frost, ex negoziatore della Brexit e sostenitore di Truss. “Questo approccio ha portato ad anni di crescita lenta e scarsa produttività del lavoro”. Il commentatore conservatore Ian Martin ha messo in dubbio il motivo per cui il FMI non ha detto nulla quando la stampa di denaro stava operando a pieno regime durante la pandemia.