QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La NASA parla della nuova corsa allo spazio: “Attenti alle ambizioni cinesi sulla luna” | scienza

La Cina potrebbe aspirare a rivendicare territori sulla luna per l’estrazione di minerali, con l’esclusione degli Stati Uniti. E il capo della NASA, Bill Nelson, mette in guardia contro questo, dicendo che le due superpotenze sono impegnate in una corsa per vedere chi può portare di nuovo le persone sulla luna per primo. Questa corsa sarà decisa nei prossimi due anni. Lo ha detto in un’intervista a Politico.

“È un dato di fatto: siamo in una corsa allo spazio”, afferma nell’intervista il senatore della Florida ed ex astronauta. “E faremmo meglio a stare attenti a non mettere piede sulla luna con il pretesto della ricerca scientifica. Perché non è impossibile per loro dire: ‘Resta fuori, questa è la nostra terra’”. Nelson fa il paragone con il Mar Cinese Meridionale, dove l’esercito cinese ha stabilito basi su isole contese.

Il programma spaziale cinese sta facendo rapidi progressi. A novembre, la Cina ha aperto la propria stazione spaziale. La Cina è anche atterrata più volte sulla luna e ha inviato un veicolo spaziale robotico con una telecamera su Marte. Pechino vuole mettere gli astronauti sulla luna entro la fine di questo decennio.

Gli Stati Uniti vogliono riportare gli esseri umani sulla luna alla fine del 2025, per la prima volta dal 1972. Ma il minimo ritardo nello sviluppo di nuove tecnologie potrebbe significare che la Cina è la prima, il che è una prospettiva spaventosa per gli Stati Uniti. Lo scorso novembre, la NASA è riuscita a inviare il nuovo veicolo spaziale americano senza equipaggio Orion intorno alla luna. Questo dovrà successivamente trasferire la missione con equipaggio.

READ  Come il marchio di conserve Bonduelle viene coinvolto nel conflitto russo-ucraino

ottimismo

Il capo della NASA Nelson afferma di essere ottimista che una missione con equipaggio possa volare intorno alla luna nel 2024 e che gli americani rimetteranno piede sulla superficie lunare l’anno successivo. Tuttavia, dipende anche, tra l’altro, dall’azienda spaziale privata SpaceX, che produce la capsula del lander. “La Cina ha ottenuto enormi successi e progressi negli ultimi dieci anni”, afferma Nelson. Anche la data del loro allunaggio si sta spostando in avanti.

Il missile cinese Long March 4B durante il suo lancio alla fine dell’anno scorso. © ANP/EPA