QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Norvegia vieta gli annunci mirati su Facebook e Instagram |  al di fuori

La Norvegia vieta gli annunci mirati su Facebook e Instagram | al di fuori

L’autorità norvegese per la protezione dei dati ha temporaneamente vietato alle piattaforme Meta di pubblicare annunci personalizzati su Facebook e Instagram. Tale pubblicità mirata, basata sul comportamento online degli utenti, è considerata illegale e una violazione della privacy da parte del regolatore di Datatilsynet.

Il divieto entrerà in vigore il 4 agosto e durerà inizialmente per tre mesi. Se Meta non rispetta il divieto, la società rischia una multa fino a 1 milione di NOK al giorno, pari a 89.000 euro. Tuttavia, il garante della privacy conferma che Facebook e Instagram non sono bloccati come piattaforme in Norvegia. La ricerca mostra che l’82% della popolazione adulta in Norvegia ha un account Facebook e il 65% ha un account Instagram.

Meta tiene traccia delle attività, degli interessi e di ciò che pubblicano degli utenti di Facebook e Instagram per mostrare loro annunci mirati. Secondo Datatilsynet, ciò limita la fornitura di informazioni agli utenti, perché Meta determina quali annunci vedranno e quali no. Inoltre, secondo il censore, questa forma di pubblicità personalizzata può rafforzare i pregiudizi esistenti.

meta multe

Tuttavia, Meta è ancora autorizzata a visualizzare tali annunci sulla base dei dati che gli utenti stessi menzionano nelle loro biografie di Facebook e Instagram. Inoltre, Meta può farlo quando gli utenti danno il permesso esplicito.

A dicembre, il regolatore europeo della privacy EDPB ha deciso che Meta può visualizzare annunci personalizzati solo se gli utenti danno il permesso per l’utilizzo dei propri dati. Sebbene Meta abbia apportato alcune modifiche, secondo la Corte di giustizia dell’Unione europea, sembra che la società non stia ancora rispettando le regole. In passato Meta ha già ricevuto multe europee per centinaia di milioni di euro per violazione della privacy.

READ  I supermercati limitrofi non sono allestiti con la promozione Lidl

Leggi anche. Twitter ha perso la metà dei suoi introiti pubblicitari

Meta redarguito dalla Corte Europea per violazione della privacy