QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La professoressa Isabelle Leroux-Rolls: “I vaccini obbligatori sono controproducenti”

La professoressa Isabelle Leroux-Rolls: “I vaccini obbligatori sono controproducenti”

La pace è tornata al tuo servizio dopo i duri anni del Corona?

“Non reale (Lui ride). Sembra più affollato di prima di Corona. L’interesse per i vaccini sembra crescere, con la forte domanda, ad esempio, di nuovi studi da parte di aziende farmaceutiche. Ma anche la domanda di podcast, conferenze e webinar rimane elevata. Naturalmente abbiamo continuato a operare a tutti i livelli durante la pandemia. Ad esempio, uno dei miei punti di azione personali resta l’impegno a riportare la vaccinologia nella formazione infermieristica e medica.

Cresce l’interesse da parte delle aziende, ma qual è la posizione dei cittadini sui vaccini dopo Corona?

“Alcuni sono scettici. La gente preferirebbe non sentire più parlare del coronavirus. Durante la pandemia c’è stata una fame quotidiana di notizie. Ora che il virus non ci tiene più svegli, si verificherà rapidamente un’overdose. Il coronavirus si è polarizzato, finché all’improvviso dobbiamo… Trattare con sostenitori e oppositori dei vaccini: spero solo che la percezione negativa nei confronti dei vaccini svanisca. Secondo… Organizzazione sanitaria globale “Una delle più grandi minacce alla salute pubblica a livello mondiale.”

Ci saranno meno vaccinazioni contro l’influenza o il morbillo dopo il Corona virus?

“È ancora troppo presto per trarre conclusioni, ma nelle Fiandre ogni quattro anni viene effettuato uno studio sul tasso di vaccinazione della nostra popolazione. Il caso precedente era positivo, ma è avvenuto all’inizio dell’epidemia. L’epidemia stessa ha avuto poco impatto sui tassi di vaccinazione contro altre malattie perché ha avuto scarso effetto sui tassi di vaccinazione contro altre malattie cane E Bambino e famiglia Continuare a lavorare nel nostro Paese. Questo non è stato il caso in altri paesi, con conseguenti bassi tassi di vaccinazione, che hanno portato a epidemie di malattie come il morbillo. Il morbillo ne è un buon indicatore, perché è una malattia altamente contagiosa che compare rapidamente quando il tasso di vaccinazione scende al di sotto del 95%. “In ogni caso, qualsiasi calo dei tassi di vaccinazione è preoccupante e quindi molto importante da monitorare”.

READ  L'anno intenso del dottor Shakib Sana: "Ho visto pazienti ansimare e chiedere un vaccino, ma poi era troppo tardi"

Non puoi sovraccaricare il tuo sistema immunitario attraverso la vaccinazione.

Il vaccino contro il morbillo non è obbligatorio. Ciò significa che la popolazione belga è stata vaccinata fedelmente?

“In realtà sì. Ciò significa che non è necessario rendere obbligatorio un vaccino del genere e questa è una cosa positiva. Imporre i vaccini spesso è controproducente. Le persone dovrebbero poter fare una scelta positiva e informata. Durante la pandemia la vaccinazione è diventata obbligatoria indirettamente: “Ad esempio permettendoti di andare al ristorante solo se sei stato vaccinato. Capisco che questa misura fosse necessaria in quel momento, ma purtroppo ha infiammato sentimenti ostili tra alcuni”.

Quali sono le maggiori sfide della vaccinologia nei prossimi anni?

“Nel mantenere il nostro eccellente tasso di vaccinazione. attraverso Voci La fiducia nella vaccinazione potrebbe essere seriamente ridotta. Ciò può portare le persone a decidere, solitamente in base alle emozioni, di non vaccinarsi più, il che può avere conseguenze molto gravi. Pur disponendo di un vaccino molto sicuro, nel 2013 il Giappone ha interrotto la vaccinazione contro il cancro cervicale causato dall’HPV. Questa è stata ripresa nove anni dopo, ma si stima che 5.700 giovani donne moriranno a causa della malattia a causa dell’interruzione. Quindi questo avrebbe potuto essere completamente evitato.

Voci come “fake news” sui social media?

“In verità. Cose del genere accadono all’improvviso. Qualcuno ha avuto un effetto collaterale, ha raccontato la sua storia sui social media ed è stata ampiamente ripresa da alcuni gruppi target. Coun Camere dell’eco Il che precipita la percezione in una spirale discendente. Questa è una grande minaccia. Dobbiamo anche rivolgerci a diversi gruppi target con le nostre campagne. “In passato il gruppo target era la popolazione stessa, ora invece è più divisa”.

READ  Un computer estrae le parole dal cervello di persone paralizzate e le fa "parlare" di nuovo

La nostra società è diventata diversificata. C’è un’ulteriore sfida lì?

“Non solo. Notiamo anche una differenza di età. I ​​giovani hanno meno fiducia nei vaccini rispetto agli anziani. Gli obiettivi di vaccinazione che vogliamo raggiungere entro il 2030 sono attualmente in fase di definizione, e non stiamo guardando solo ai gruppi target, ma anche in termini di accessibilità e comunicazione. E dobbiamo sviluppare un piano d’azione per sensibilizzare i gruppi target difficili da raggiungere per la vaccinazione. Quello che ho appena detto sui social media, Notizie false E Voci A volte si verifica effettivamente all’interno di una popolazione molto specifica. Dobbiamo saperlo per adattare di conseguenza le nostre comunicazioni.

Abbiamo già accennato più volte alla pericolosità dei social media…

“Su Internet si trova di tutto, ma valutare l’affidabilità resta fondamentale. Tutti fanno il gioco del dottor Google, ma poi vai dal medico per scoprire cosa c’è veramente che non va. Oltre a mantenere il tasso di vaccinazione, la gente deve anche sapere dove possono andare.” Per ottenere informazioni oneste, contattare medici, farmacie, personale sanitario o siti Web affidabili di ospedali o istituzioni che garantiscono la qualità dei rapporti.

Quali idee sbagliate sulle vaccinazioni vorresti sfatare?

“Ce ne sono molti, ma ne sceglierò due. Cominciamo con gli effetti a lungo termine dei vaccini. Ci si aspetta effetti collaterali quando innescano una risposta immunitaria. Il vaccino viene scomposto dall’organismo molto rapidamente. Non dovresti aspettarti eventuali effetti collaterali dopo sei settimane di assunzione del medicinale. Le persone a volte pensano che il vaccino possa provocare loro il cancro dieci anni dopo. Non mi sentirai mai dire che non possono esserci effetti collaterali, ma i vaccini sono prodotti molto sicuri e hanno sono stati studiati molto meglio della maggior parte dei farmaci e poiché vengono somministrati a scopo preventivo, le persone tollerano molti meno effetti collaterali rispetto ai farmaci.

READ  GGD Hollands Midden: “Non rimandare più la vaccinazione HPV gratuita”

“Il secondo malinteso che vorrei sottolineare è che le persone a volte scelgono tra il vaccino antinfluenzale e quello contro il coronavirus perché temono che la loro immunità venga messa alla prova troppo severamente. Bene, posso dirtelo: il nostro corpo può sopportare molto in quella zona. Il tuo sistema immunitario ha una capacità illimitata di rispondere agli invasori stranieri. Non è possibile sovraccaricarlo somministrando uno o più vaccini. I vaccini sono anche forme altamente purificate di virus o batteri che li rendono reali per il nostro corpo Arachidi è la risposta a questa domanda”.