QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’amministrazione Biden chiede al giudice di bloccare la legge sull’aborto del Texas | All’estero

Il giudice statunitense Robert Pittman non ha ancora detto quando prenderà una decisione dopo l’udienza di tre ore ad Austin. Almeno una clinica per aborti in Texas afferma di essere pronta a riprendere le operazioni in tre sedi una volta che la legge sarà temporaneamente sospesa.

“Ogni giorno che la legge (Senate Bill 8, ndr) entra in vigore, rifiutiamo grandi gruppi di pazienti”, ha detto alla corte Amy Hagstrom Miller, presidente di Whole Women’s Health.

La legge sull’aborto del Texas vieta l’aborto dopo la sesta settimana di gravidanza, quando le donne spesso non sanno di essere incinte. Inoltre, chiunque può condannare e citare in giudizio una donna o una clinica per aborti se non rispetta la legge.

La legge è stata firmata in legge a maggio dal governatore repubblicano Greg Abbott. Biden in precedenza ha parlato di una “innegabile violazione dei diritti costituzionali”. Il democratico trova particolarmente “vergognoso” che ai cittadini, come gli informatori, venga data l’opportunità di intentare azioni legali contro chiunque avrebbe aiutato un’altra persona ad abortire.

Anche il vicepresidente Kamala Harris ha reagito con rabbia in una dichiarazione. In esso, ha definito la nuova legge un “attacco totale” alla salute in relazione alla gravidanza. Dice che il “divieto” colpisce quasi 7 milioni di donne in Texas.

READ  Perché l'FBI sta cercando un ministro afghano temporaneo?