QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Lui vive.  Trump: Putin si è indebolito dopo la rivolta di Wagner, imporre la pace ora |  Guerra Ucraina e Russia

Lui vive. Trump: Putin si è indebolito dopo la rivolta di Wagner, imporre la pace ora | Guerra Ucraina e Russia

08:13

L’Ucraina sta rifornendo il disco di assistenza finanziaria del Fondo monetario internazionale

L’Ucraina può contare su una nuova tranche di aiuti finanziari del Fondo Monetario Internazionale (FMI). Dopo il completamento dell’istruttoria nell’ambito di un programma del valore complessivo di 15,6 miliardi di euro, verranno sbloccati 890 milioni di dollari (circa 818 milioni di euro). La fondazione internazionale ha detto venerdì che il denaro sarà utilizzato per sostenere il bilancio.

All’inizio di quest’anno è stato raggiunto un accordo sull'”Expanded Fund Facility”, che prevede prestiti per 15,6 miliardi di dollari (14,4 miliardi di euro) all’Ucraina. Quando a fine marzo è stato dato il via libera a questo supporto, sono stati immediatamente sbloccati 2,7 miliardi di dollari.

Le autorità ucraine hanno compiuto buoni progressi nell’ambito del programma di prestiti e dei relativi impegni, secondo il Fondo monetario internazionale, nonostante le difficili condizioni.

I prestiti del FMI fanno parte di un pacchetto di sostegno internazionale da 115 miliardi di dollari, riferisce il FMI.

03:50

I leader dell’UE hanno anche promesso di mantenere l’Ucraina al sicuro a lungo termine

L’Unione europea vuole contribuire a garantire la sicurezza a lungo termine dell’Ucraina, hanno concordato i leader dell’UE al vertice di Bruxelles. Hanno dichiarato che l’Ucraina poteva contare su “impegni di sicurezza”, sebbene non fosse stato ancora concordato come sarebbero stati questi impegni.

I paesi europei e i loro alleati hanno tenuto a galla l’Ucraina con armi, denaro e altri aiuti da quando la Russia ha invaso il paese. Ma non sono ancora pronti per l’inclusione dell’Ucraina nell’Unione Europea e/o nella NATO, che le permetterebbero di sentirsi al sicuro solo una volta che la guerra sarà finita. Vogliono davvero dare al paese la garanzia di poter tenere fuori la Russia finché non sarà ancora membro dell’UE o della NATO.

L’UE ei suoi Stati membri esamineranno “presto” esattamente quali contributi sono in grado e disposti a fornire. Si sta valutando il denaro già utilizzato dall’Unione Europea per pagare le armi all’Ucraina. O organizzare l’industria della difesa in modo tale da garantire all’Ucraina un rifornimento costante di armi moderne. Anche il capo della politica estera dell’Unione europea, Josep Borrell, ha indicato che dovrebbero essere addestrati più soldati ucraini.

Ma l’UE ha solo un ruolo complementare nel fornire “garanzie di sicurezza”, affermano molti leader dell’UE. Ciò deve essere fatto in primo luogo dagli Stati membri della NATO singoli o cooperanti. L’alleanza militare occidentale sta già lavorando su questo argomento e spera di concludere accordi in merito al vertice della NATO entro due settimane.

READ  L'autista blocca l'uomo in un taxi e impedisce potenziali bagni di sangue a Liverpool all'estero

le due meno un quarto

Trump: “La ribellione ha indebolito un po’ il presidente russo Putin, ora è il momento di imporre la pace”

L’ex presidente degli Stati Uniti Trump, un ardente ammiratore del presidente russo Putin, ha dichiarato giovedì ora locale che la rivolta respinta è stata “in qualche modo indebolita”. Trump ritiene inoltre che sia giunto il momento per gli Stati Uniti di provare a negoziare un accordo di pace tra Russia e Ucraina. “Non voglio che più persone muoiano in questa ridicola guerra”, ha detto Trump a Reuters per telefono.

Trump non esclude che Kiev dovrà cedere alla Russia parte del suo territorio per porre fine alla guerra, che al momento è fuori discussione per l’Ucraina.

Se fosse presidente, “aTutti sono “negoziabili” secondo Trump. Anche se ha ammesso che gli ucraini “si sono presi molto merito” per la loro difficile lotta contro gli occupanti russi. “Penso che abbiano il diritto di mantenere molto di ciò che hanno vinto e penso che anche la Russia sarebbe d’accordo. Hai bisogno del mediatore o negoziatore giusto, e al momento non ce l’abbiamo”, ha detto Trump.

“Penso che la cosa più importante da fare ora per gli Stati Uniti sia fare la pace: riunire Russia e Ucraina e fare la pace. (…) Ora è il momento di farlo, di riunire le due parti per forzare la pace. “

Trump ha detto che Putin è stato “danneggiato” dalla rivolta del gruppo Wagner lo scorso fine settimana. “Si potrebbe dire che è ancora lì, è ancora forte, ma sicuramente lo è, penso che sia in qualche modo vulnerabile, almeno nella mente di molte persone”, ha detto. Ma se Putin non è più al potere, “non sai quale sia l’alternativa. Potrebbe essere migliore, ma potrebbe essere molto peggiore”, ha detto Trump.

Passando alle accuse di crimini di guerra mosse contro Putin dalla Corte penale internazionale lo scorso marzo, Trump ha affermato che il destino del presidente russo non dovrebbe essere discusso fino a quando la guerra non sarà finita, “perché se sollevi questo problema ora, non farai mai la pace .”

In qualità di presidente, Trump ha sviluppato relazioni amichevoli con Putin, al quale l’attuale presidente degli Stati Uniti Biden ha detto mercoledì che a causa dell’invasione dell’Ucraina è “diventato un piccolo paria in tutto il mondo”.

L’ex presidente degli Stati Uniti Trump. ©AP

01:43

Il capo di Wagner Prigozhin rimane in Russia

READ  Arrestata la famigerata banda di hacker Lockbit: l'anno scorso nel nostro Paese è stata vittima la città di Gerardsbergen | Notizia

Il capo di Wagner, Yevgeny Prigozhin, non è ancora partito per la Bielorussia. Così dice il canale Telegram solitamente informato “VChK-OGPU”. La foto di Prigozhin è stata inviata come prova, ma il comandante mercenario non può essere identificato con certezza sulla foto e la data della foto non può ancora essere verificata.

Secondo il canale, che ha più di 700.000 follower e afferma di avere fonti dell’intelligence russa, il boss Wagner non avrebbe dovuto lasciare la Russia fino al 1° luglio. “Ottiene questo tempo per mettere in ordine i suoi affari e raccogliere le sue cose.”

Queste accuse sembrano contraddire l’affermazione del presidente bielorusso Alexander Lukashenko. Ha detto pochi giorni fa che Prigozhin era già arrivato nel suo paese. Tuttavia, non si poteva escludere che il famigerato capo dell’esercito mercenario stesse attualmente viaggiando avanti e indietro tra i due paesi.


00:29

La Lituania sta inoltre rafforzando i controlli alle frontiere con la Russia e la Bielorussia

La Lituania ha rafforzato i controlli ai suoi confini con Russia e Bielorussia. Giovedì il ministro dell’Interno Agni Belotayt ha incaricato le guardie di frontiera di controllare più rigorosamente i documenti e i visti delle persone provenienti dai due paesi vicini. Una dichiarazione del ministero ha anche affermato che il Paese è pronto a chiudere i suoi confini se la minaccia nella regione cambia.

Non c’è un motivo specifico per questa decisione. Dopo la rivolta del capo di Wagner Yevgeny Prigozhin in Russia e il previsto trasferimento di mercenari in Bielorussia, l’ansia è aumentata in Lituania. Il prossimo vertice Nato si terrà nella capitale lituana, Vilnius, tra due settimane.

Come i suoi vicini baltici e la Polonia, la Lituania ha sospeso l’ingresso a molte persone dalla Russia e dalla Bielorussia in risposta all’invasione russa dell’Ucraina. Secondo il ministero dell’Interno lituano, circa 1.200 cittadini bielorussi e 1.300 russi sono stati respinti alla frontiera, oltre che alle frontiere esterne dell’UE.

00:28

L’esercito belga invia 300 soldati in Romania

L’esercito belga ha inviato un distaccamento di circa 300 soldati in Romania per rafforzare il fianco orientale della NATO, vicino al confine ucraino. Fonti militari hanno detto giovedì che i soldati faranno parte di un gruppo di combattimento a guida francese di stanza a Cinqueux, nel centro del Paese.

READ  Incidente autobus con turisti olandesi in Ecuador: 2 olandesi uccisi, 7 ricoverati in ospedale | All'estero

Un primo gruppo di circa 100 soldati ha lasciato Millsbrook lunedì per la Romania. Ma il ministero della Difesa ha dichiarato in un comunicato stampa che la maggior parte del contingente belga partirà martedì prossimo.

Il Belgio, in alternanza con i Paesi Bassi, fornisce un complemento alle unità – principalmente francesi – del drappello schierato in Romania. La missione di un anno sarebbe suddivisa in tre periodi di quattro mesi per tenere il passo con la rotazione delle unità francesi.

Dopo l’inizio della guerra in Ucraina, la NATO ha deciso di raddoppiare il numero dei gruppi di combattimento da quattro a otto e creare quattro nuovi gruppi in Bulgaria, Romania, Ungheria e Slovacchia. Dal 2017 sono stati aggiunti ai gruppi tattici situati negli Stati baltici (Estonia, Lettonia e Lituania) e in Polonia.

00:28

La Polonia rafforza il suo confine orientale con la Bielorussia, che ha 8.000 combattenti Wagner

La Polonia vuole rafforzare ulteriormente il suo confine orientale con la Bielorussia, poiché il gruppo di mercenari Wagner sembra essersi insediato in quel paese. La Polonia vuole aumentare il numero di soldati lì e installare più “tutti i tipi di ostacoli e fortificazioni per proteggere i nostri confini in caso di attacco”. Lo ha detto il vice primo ministro Jaroslav Kaczynski dopo una riunione straordinaria del Comitato di Stato per la sicurezza e la difesa.

Kaczynski ha affermato che, secondo le informazioni a disposizione della Polonia, fino a 8.000 combattenti Wagner potrebbero essere di stanza in Bielorussia.

La lunghezza dei confini dell’Unione Europea e della NATO con la Bielorussia è di 418 km. Tra la fine dell’estate e l’autunno del 2021, la situazione lungo quel confine si è aggravata. Migliaia di persone hanno tentato di entrare illegalmente nell’Unione europea. L’Unione Europea ha accusato il sovrano bielorusso Alexander Lukashenko di portare i migranti dalle regioni di crisi ai confini esterni dell’UE in modo organizzato al fine di aumentare la pressione sull’Occidente. Nel frattempo, la Polonia ha eretto una recinzione alta 5,5 metri al confine.

Al leader di Wagner, Yevgeny Prigozhin, è stato concesso asilo in Bielorussia come parte di un accordo – mediato da Lukashenko – che ha posto fine alla sua insurrezione.