QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Non vi è alcuna prova di un aumento dei casi di cancro dovuto ai vaccini

Non vi è alcuna prova di un aumento dei casi di cancro dovuto ai vaccini

Uno di questi sta circolando sui social immagine Da un articolo di De Andere Krant che parla della cosiddetta “contaminazione del DNA” dei vaccini Pfizer. Ciò porterebbe allo sviluppo del cancro. Molti scienziati citano questa questione, tra cui Philip Buckholz, un ricercatore americano sul cancro.

Non ci sono indicazioni di DNA pericoloso nei vaccini

Bulldozer Filo A settembre si è presentato al Senato della Carolina del Sud per sollevare preoccupazioni sui rari effetti collaterali dei vaccini. Attribuisce questi rari effetti collaterali al DNA presente nei vaccini a mRNA.

Tuttavia, il DNA stesso non è una sostanza pericolosa. Similmente ai vaccini a mRNA, vengono prodotti anche vaccini a DNA. Uno di questi è stato sviluppato in India ed è diventato molto popolare Stare Buona efficacia e sicurezza. C’è inoltre NO indizi Quale Il DNA dei vaccini può integrarsi nel nostro DNA.

Il nostro DNA è ben protetto nel nucleo della cellula e nel nostro corpo esistono molte linee di difesa contro il DNA estraneo. Il nostro sistema immunitario ha fornito proteine ​​alle nostre cellule DNA estraneo Prendi e taglia. Questo è importante, perché molto Virus Vogliono inserire il loro DNA nelle nostre cellule e creare nuove particelle virali. Queste proteine ​​garantiscono che ciò non accada o che sia più difficile da realizzare. Pertanto, il contenuto dei vaccini Corona non può bypassare il sistema immunitario, come sosteneva De Andere Krant.

Da tempo circolano voci sul trasferimento del DNA

L’idea che i vaccini siano “contaminati” dal DNA circola da molto tempo. Negli anni ’50, i vaccini antipolio contenevano effettivamente tracce di DNA SV40. Questo virus provoca il cancro in alcuni animali. Tuttavia, questo non è stato trovato negli esseri umani. vasto ricerca Non è mai stato dimostrato che aumenti il ​​rischio di cancro nelle persone vaccinate con vaccini contaminati.

READ  La vaccinazione è una buona idea per i bambini?

Nell’aprile 2023, il biologo e ricercatore della cannabis A Prestampa Ha affermato di aver trovato un pezzo di DNA del virus SV40. L’autore fa parte di Pandata, una rete internazionale di studiosi spesso screditata dalla sua portata informazione sbagliata A proposito del Covid19.

Una prestampa è un articolo scientifico che non è ancora stato sottoposto a peer review, solitamente necessario per la pubblicazione su una rivista accademica. In questa versione preliminare, i ricercatori hanno confrontato la quantità di DNA con la quantità di RNA nei vaccini Moderna e Pfizer. Ma usavano vaccini scaduti e non erano refrigerati. Poiché l’RNA è meno stabile del DNA, l’RNA si degrada più velocemente del DNA. Ciò rende possibile trovare una quantità di DNA relativamente maggiore rispetto a quella che si otterrebbe se le misurazioni fossero eseguite se fossero state conservate correttamente Vaccini.

Il trasferimento del DNA dai vaccini è stato una preoccupazione di lunga data, ma in passato non è stata trovata alcuna prova che questo sia un problema comune e porti al cancro. La copia anticipata viene consegnata anche qui Nessuna prova A. Ad esempio, non è stato dimostrato che il DNA del vaccino possa integrarsi nel DNA umano, il che potrebbe rappresentare un passo importante nello sviluppo del cancro.

Backholst invita le persone a non diffondere la paura sui vaccini

In posta Il 23 ottobre su X, ex Twitter, Backholst ha risposto al clamore suscitato dalle sue osservazioni. Scrive che, per quanto ne sappiamo, nessun caso di cancro può essere attribuito al vaccino Pfizer e invita a non diffondere la paura al riguardo.

I sentimenti di paura rendono più difficile riconoscere la disinformazione

Giocare sulle emozioni, come la paura, è una tattica spesso utilizzata per diffondere disinformazione. Ricercatori Dimostrare che siamo meno propensi a pensare alla credibilità della fonte nelle notizie forte Suscitare emozioni. Ciò rende più difficile stimare se le informazioni su una malattia spaventosa siano vere o meno.

READ  L'esperimento è iniziato con lo studio sulla popolazione del cancro del polmone

Lo ha dimostrato anche uno studio sudcoreano Rabbia Ci rende più vulnerabili alla disinformazione sul Covid19. È ovvio arrabbiarsi quando leggi che i vaccini metteranno a rischio la tua salute e quella dei tuoi cari. Ciò rende più difficile identificare la disinformazione.

Anche gli altri scienziati menzionati hanno dimostrato che non vi era alcuna “contaminazione del DNA”.

Wafiq Al-Dairy, uno degli altri studiosi citati nell’articolo di D’Andere Krant, scrive in un post su LinkedIn Vede la possibilità che il vaccino causi un cancro molto raro, ma conferma anche che il vaccino è sicuro ed è consigliato agli anziani e alle persone vulnerabili. Quindi è molto più accurato dell’articolo che lo citava. Altri Scienziati sono loro Disaccordo Con Al-Deiri non vede alcun legame tra lo sviluppo del cancro e i vaccini Corona.

Angosh Dalglish è anche citato come esperto che vede un legame tra vaccini e cancro. Dalglish, specialista oncologico britannico ed ex politico, è ancora all’inizio delle campagne di vaccinazione scritto I vaccini sono sicuri e sono consigliati anche ai giovani. Dalglish fu successivamente screditato venni Perché ha promosso il vaccino da una società di cui possiede anche azioni. Nel frattempo ce ne sono anche altri Pronuncia da lui Fatto verificato Attraverso altri media.

Il registro dei tumori non mostra alcun aumento nel numero di nuove diagnosi di cancro

Ancora più importante, chi sostiene quali siano i numeri reali. Ci vuole molto tempo prima che i registri tumori possano pubblicare i loro dati – viene impiegato molto tempo per elaborarli – ma i dati del 2021 pubblicati dal centro belga Registro dei tumori Non vi è alcun aumento nel numero di diagnosi di cancro. Factcheck.vlaanderen ha già indagato su questo aspetto in un altro fact check.

READ  Il trattamento selettivo non ha effetti negativi sulla salute della mammella o sull'evacuazione della bovina
Conclusione

Non ci sono ragioni per credere che i vaccini contro il coronavirus causino il cancro a causa della “contaminazione del DNA”. Non esiste alcun meccanismo biologico plausibile che possa spiegare questo, e i dati sulla registrazione del cancro indicano che non c’è stato alcun aumento nel numero di diagnosi di cancro da quando sono iniziate le vaccinazioni. DeAndere Krant cita studiosi che in realtà sono più moderati di quanto indicato nel loro articolo.