QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Prende forma il pacchetto sanzioni contro la Russia: Nord Stream 2 sospeso, banche e oligarchi britannici presi di mira

Non verrà presentato il certificato necessario per consentire il flusso di gas russo verso la Germania attraverso il nuovo gasdotto Nord Stream 2. È la prima punizione “trapelata” da un accordo che l’Occidente promette sarà “feroce”.

“Impossibile ottenere il certificato.” Con queste parole secche, il cancelliere tedesco Olaf Schulz ha chiesto la sospensione del controverso progetto Nord Stream 2. Data l’invasione russa dell’Ucraina orientale, ha ritenuto che “la situazione intorno al Nord Stream 2 debba essere rivalutata”.

In precedenza, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, tra gli altri, aveva accennato a commentare se si sarebbe verificato un raid. Gli stessi tedeschi hanno dubitato a lungo del gasdotto. A causa degli interessi industriali tedeschi, il controverso progetto rimase inalterato per molto tempo. Ma anche i legami politici sono riusciti a risparmiare per molto tempo il progetto. L’ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder – anche un membro del partito di Schulz – è a capo del Nord Stream 2. Inoltre, Schroeder è membro del consiglio di amministrazione del gigante petrolifero russo Rosneft e del gigante del gas Gazprom.

L’Ucraina è lieta di commentare. “È un passo morale, politico e praticamente corretto”, ha affermato su Twitter il ministro degli Esteri ucraino. “La vera leadership significa prendere decisioni difficili in circostanze difficili. La mossa tedesca lo dimostra. Anche la Casa Bianca ha risposto positivamente alla decisione tedesca. Accogliamo con favore i loro annunci”, ha affermato una portavoce.

Questa è la prima grande punizione presa di mira e duramente colpita dalla Russia dopo che ieri sera ha riconosciuto due regioni ucraine indipendenti e vi ha inviato dei “peacekeeper”. Pertanto, quasi tutti i paesi occidentali vogliono sanzioni senza precedenti contro la Russia.

READ  Il corpo di un migrante è stato trovato al confine tra Bielorussia e Lituania | All'estero

Cinque banche e tre oligarchi

Il primo ministro britannico Boris Johnson è stato il primo a svelare l’intero pacchetto di sanzioni. Cinque banche e tre oligarchi rischiano sanzioni britanniche. Queste sono le banche Rossiya, IS Bank, General Bank, Promsvyazbank, Black Sea Bank, gli oligarchi Gennady Timchenko, Boris Rotenberg e Igor Rotenberg. I loro beni nel Regno Unito sono congelati, le aziende britanniche e britanniche sono diventate molto difficili con cui fare affari e gli oligarchi non sono più i benvenuti sul suolo britannico. Johnson ha promesso che si trattava di un “primo lotto di sanzioni”. “Saremo severamente puniti se attaccano la sovranità dell’Ucraina”, ha aggiunto.

I ministri degli esteri europei si incontreranno alle 16 per discutere un pacchetto di sanzioni contro i russi. In mattinata, gli ambasciatori di tutti gli Stati membri hanno già fatto i preparativi. Il primo ministro Alexandre de Croo (Open VLD) riteneva che le sanzioni dovessero essere “mirate e rapide”. Dovrebbero danneggiare la Russia, dice de Croo.

Secondo una dichiarazione congiunta della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e del presidente del Consiglio europeo Charles Michel, le sanzioni sono sul tavolo con l’obiettivo di affrontare quattro questioni. In primo luogo, dovrebbero colpire chiunque sia direttamente coinvolto nel raid. Il pacchetto prende di mira anche le banche che sostengono finanziariamente l’esercito russo e le sue operazioni nella regione. L’accesso al mercato finanziario europeo diventerà più difficile e, infine, il commercio sarà limitato alle regioni di Luhansk e Donetsk.

Gli americani promettono di presentare il loro pacchetto di sanzioni più tardi oggi.

Lavrov reagisce con calma

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov non è impressionato. “L’Occidente imporrà comunque sanzioni”, dice. Questo è indipendente dal fatto che abbiamo riconosciuto i territori. “I nostri colleghi europei, americani e britannici ci puniranno finché non saranno più in grado di farlo”, ha detto Lavrov.

READ  Un attacco aereo israeliano dopo il lancio di un missile dalla Striscia di Gaza | all'estero

Da tempo ci sono sanzioni contro di noi. solo noi. Sappiamo che le sanzioni possono essere inflitte così: con o senza motivo.

Secondo il ministro dell’Energia russo, gli europei si stanno sparando ai piedi bloccando il Nord Stream 2. “L’Europa non sarà in grado di sostituire il grande volume di gas russo con importazioni da altri paesi”, afferma.

Guarda come la crisi ucraina e il gasdotto Nord Stream 2 influiscono anche sulla bolletta del gas nel video qui sotto: