QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Un boccone e sono tornato in Italia”: gli chef Massimo e Antonino aprono una bottega siciliana in stazione

“Un boccone e sono tornato in Italia”: gli chef Massimo e Antonino aprono una bottega siciliana in stazione

‘Italmangia’ è un nuovo sorprendente negozio a Conning Albertlon. Massimo Di Mario e Antonino Bardolone, chef dei grandi alberghi, vendono pasta fresca e street food siciliano. “Ha il sapore di casa”, dice la voce del bancone.

Jill Thond e John Glaze

Il bar dell’Italmangia sembra un paradiso per gli amanti della cucina italiana. Nell’angolo ci sono scaffali di pasta fresca. “Scegli tu quanti grammi o chili portare con te”, dicono con orgoglio Massimo e Antonino. “Puoi comprare tazze di pasta da mangiare sul posto o da portare con te. Prepariamo noi stessi anche le salse”, ha detto. (Leggi di più sotto la foto)

Foto: JID

Non mancano i dolci della tradizione italiana come il cannolo, la casatina, la peine e il cardozio. Poi c’è la pizza (disponibile al trancio), l’arancina (ripiena di salmone, pollo al curry o verdure) e la focaccia condita. “Abbiamo sempre messo quest’ultimo nel forno per un tocco croccante”, dice.

Massimo e Antonino parlano con orgoglio del loro nuovissimo negozio, situato all’incrocio tra Koning Albertlaan e Aaigemstraat, a due passi dalla stazione Gent-Sint-Pieters. Massimo è chef dell’Hotel Reiloff, Antonino dell’Hotel Belfort. Ittalamankiya è la loro recitazione alla madrepatria. (Leggi di più sotto la foto)

Foto: JID
Foto: JID

“È un tipico negozio siciliano”, dice Massimo. “L’enfasi principale è sulla qualità e sulla convenienza. I prezzi sono in Italia, quindi tutti possono assaggiare il cibo siciliano. Per un caffè italiano con un cornetto si paga tra 1,50 e 1,90 euro, a seconda dei gusti. Una tazza grande di pasta costa solo 6,50 euro Domenica dalle 16 alle 21 Serviamo cocktail e analcolici con pasta a 10 euro fino a mezzanotte.

Il negozio ha appena aperto, ma ha già un cliente fisso: Elio, il ragazzo della porta accanto. “Sono mezzo italiano”, dice. “È l’unico posto nel Kent dove mi sento subito a casa perché i sapori sono italiani. Se mangio un’altra pizza, torno subito lì.

READ  'Questa è la vita di un atleta'
Foto: JID
Foto: JID
Foto: JID
Foto: JID