QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Quasi la metà degli assistenti medici ha a che fare con persone aggressive che richiedono quotidianamente vaccini

Mentre la maggior parte delle persone capisce quando gli viene detto che ciò non è possibile senza un invito, due terzi degli assistenti intervistati sperimentano pazienti arrabbiati o aggressivi su base settimanale. Infatti, quattro su dieci ricevono quotidianamente telefonate arrabbiate o aggressive.

Difficoltà nel lavoro

L’assistente di Alma verifica anche questo nella sua clinica. “Molti dei miei colleghi dicono di essere spesso arrabbiati per il modo in cui le persone ci chiamano per nome o ci lanciano la tromba. È difficile lavorare in questo modo”, dice. Un giorno.

“Cerco sempre di rimanere professionale e amo aiutare le persone”, continua. “Ma se ricevi chiamate come queste costantemente dalle 8 alle 5, fa qualcosa per te.”

Cura regolare in un pizzico

“Quello che vediamo nel sondaggio, dal numero di risposte aperte che abbiamo ricevuto, è che gli assistentati medici sono molto alti”, afferma Kees Gillis di NVDA. “Siamo impegnati con la politica”, dice Gillis, “le persone possono chiamare, ma non possiamo organizzarlo per loro”.

Con tutte le telefonate sul vaccino, dice Alma, ha anche meno tempo per le cure regolari. “E poiché tutti sono usciti in giro per così tanto tempo a causa di quelle telefonate extra, le persone improvvisamente sono praticamente incazzate. Mi tiene sveglio, anche se è un bel lavoro”.

READ  Fondazione in memoria del Dr. Nollet Tropical