QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Transfer Drama: Overmars on the String all’Anversa Club

Transfer Drama: Overmars on the String all’Anversa Club

La campagna di Champions League dell’Anversa è stata estremamente deludente poiché non aveva segnato un punto dopo cinque giornate di partita. Grazie alla prudente politica di trasferimenti del mercato estivo, mirata all’indipendenza finanziaria, e anche sotto la stretta supervisione della UEFA, il conto viene ora presentato al club al massimo livello europeo.

Nonostante il grande impegno e la combattività, l’Anversa è il “fratello minore” della Champions League, con una mancanza di esperienza, maturità e qualità.

L’Anversa vuole mostrarsi: “Non si deciderà 4 giorni dopo la partita”

Con ambizione e orgoglio, l’FC Antwerp ha accettato la sfida di competere con le migliori squadre del mondo nella Champions League. Sebbene gli obiettivi sportivi e finanziari del Great Old fossero fissati in Europa League, il club non aveva intenzione di prendersi in giro in Champions League.

“Ora che è giunto il momento, vogliamo mostrarci all’Europa”, ha detto Sven Gaek. In un gruppo che comprende Barcellona, ​​Shakhtar Donetsk e Porto, Mark van Bommel sa che tutto è possibile: “Non si deciderà dopo quattro giorni di partite”, Van Bommel ha espresso la sua fiducia nelle proprie capacità.

Ciò si è rapidamente trasformato in una sfida enorme, per non parlare di un compito impossibile, poiché la scorsa estate al Boswell Stadium non sono arrivati ​​rinforzi della Champions League.

L’Anversa ha attirato nuovi giocatori la scorsa estate, tra cui George Ilinykhina, Jakub Ondrejka, Chidera Ejok, Soumila Koulibaly e Owen Vendahl, ma allo stesso tempo la RAFC ha visto anche la partenza di alcuni giocatori solidi come Willian Patcho, Gaston Avila e Calvin Stings.

Si può dire che l’Anversa FC non è necessariamente rafforzato oggi, e forse un po’ più debole rispetto alla scorsa stagione, vista la pura qualità e l’esperienza. Difficile quindi avere un ruolo importante in Champions League.

READ  Thibaut Courtois risponde all'infortunio al legamento crociato: "Non aspettarti mai, ma la spinta a recuperare velocemente" | Sezione Primera

Consapevolmente non ha effettuato trasferimenti “degni della Champions League”.

Dopo cinque turni di Champions League, l’Anversa è ultimo nel Gruppo H con 0 punti. La differenza con lo Shakhtar Donetsk, terzo nel girone, è enorme, con uno scarto di ben 9 punti, e preoccupante è la differenza reti dell’Anversa, con -12.

Gli insuccessi in Europa sembrano confermare le previsioni di Marc Overmars. “Se mi chiedete francamente se siamo pronti per questo: non lo siamo”, ha detto il ds alla vigilia della Champions League. “Non credo che abbiamo ancora raggiunto il livello che ci qualifica per giocare un ruolo importante in Champions League”.

L’Overmars sapeva che l’Anversa avrebbe potuto non essere abbastanza armato per competere in Champions League, ma la scorsa estate il club ha deciso di non effettuare trasferimenti eccessivi o “folli” nel mercato dei trasferimenti. “Non faremo nulla di pazzesco se ci qualificheremo”, ha detto Sven Jakes.

“Questa qualificazione non cambia nulla. I nuovi giocatori devono avere un valore aggiunto. Se non lo trovi è meglio aspettare fino a dicembre. Non compreremo per il gusto di comprare”, ha detto Marc Overmars.

Il raggiungimento di un posto nella fase a gironi della Champions League ha fruttato al club almeno 15 milioni di euro, mentre il budget iniziale dipendeva dalla qualificazione all’Europa League.

Altri 7-10 milioni di euro sono arrivati ​​attraverso la Champions League, ma l’Anversa ha comunque scelto di non attirare nessun “giocatore degno della Champions League”.

Ciò potrebbe essere considerato una negligenza colpevole da parte dei responsabili della politica dei trasporti nel Grande Antico. D’altra parte, la prudenza finanziaria e la vigilanza del club sembrano essere un approccio logico.

READ  Dylan Teunis deluso dallo slider Wellens: 'Forse sarebbe potuto andare con Mathieu van der Poel'

Overmars tiene il dito sui soldi

È innegabile che Marc Overmars stia iniziando a preoccuparsi di più dei suoi soldi come allenatore di calcio. Crede che il club dovrebbe diventare finanziariamente autosufficiente ed essere meno dipendente dall’iniezione finanziaria di Paul Jessens.

il tempo Ha scritto che gli investimenti di Gheysens hanno raggiunto i 200 milioni di euro dal 2015 e che ogni anno recupera di tasca propria perdite per decine di milioni di euro. Qualche mese fa era all’ordine del giorno un aumento di capitale fino a 47,5 milioni di euro, ma l’investimento previsto è stato sospeso.

Inoltre, Anversa è attentamente monitorata dalla UEFA, che a luglio ha inflitto al club una multa di 2 milioni di euro per non aver rispettato le regole del fair play finanziario.

Il Great Old ha stipulato un accordo transattivo con la UEFA con l’obiettivo di essere pienamente conforme alle regole del Fair Play finanziario entro il 2026.

Ciò potrebbe spiegare la cauta politica di trasferimento dell’Anversa durante la finestra di mercato estiva, poiché il club sapeva in anticipo che erano improbabili investimenti enormi data una promettente campagna di Champions League.

Nonostante gli enormi sforzi e la forte mentalità di Anversa, Giornale di Anversa Al club è stato assegnato anche il Fighting Spirit Award, ma la differenza di esperienza, classe e livello con gli avversari del Gruppo H era troppo grande.

L’Anversa FC è il fratello minore della Champions League

In diverse partite, i Grandi Antichi non sono riusciti a convertire le loro possibilità, e il progresso complessivo della loro campagna in Champions League può essere descritto solo come “così così”.

READ  Il KAA Gent è stato completamente rianimato e il KAS Eupen è stato spinto nel purgatorio della Jupiler Pro League

secondo ultime notizie La sfortuna non può più essere attribuita esclusivamente alla sfortuna, perché la sfortuna da sola non porta a un punteggio di 0 su 15. “E poi c’è dell’altro”.

“Piccoli dettagli diventano grandi dettagli a questo livello”, ha osservato Mark van Bommel all’inizio della campagna. “Molti giocatori hanno raggiunto i loro limiti. Non possiamo aspettarci miracoli da loro”, ha detto Patrick Gotts. Giornale di Anversa. “L’Anversa ha combattuto con le risorse che aveva. Non sono sufficienti per ottenere punti”.

Ha anche detto: “Attualmente siamo il fratello minore della Champions League”.

“L’Anversa non ha la tecnologia e la maturità per ottenere risultati a questo livello. L’Anversa non era superiore, ma a questo livello è carente in termini di tecnica, maturità e calma”, ha detto Rene Vandereken. Il giornale.

“L’Anversa viene messa in conto per un’estate di trasferimenti relativamente mediocre. La qualità è semplicemente troppo bassa”, ha giustamente detto Eddie Snelders. Sporza.