QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Vaccinato o curato solo al pub: secondo Ab Osterhaus il modello 2G è la soluzione per aumentare la copertura vaccinale

I numeri dei contagi continuano ad aumentare in tutta Europa, nel nostro Paese sono stati raggiunti 12.000 alla fine di questa settimana. In Austria, da oggi, solo le persone che sono state vaccinate o sono state curate per la corona sono le benvenute nel settore della ristorazione. “Buona soluzione”, afferma il virologo Ab Osterhaus.

“Siamo ancora alla fine dell’epidemia”, afferma il virologo Ab Osterhaus. “Non è ancora finita. Adesso non va bene, quindi bisogna prendere nuove misure”.

omicidio e fuoco

“Questi ospedali chiedono a gran voce omicidio e incendio”, ha detto Ab Osterhaus. “Sono state annunciate nuove misure, ma devono essere attuate in modo molto coerente. Dobbiamo davvero attenerci ad esse e ho un’idea che sta accadendo un po’ adesso”.

Osterhaus spera in privato che il tasso di vaccinazione possa ancora essere aumentato in qualche modo. Quindi sorge la domanda se il modello 2G sarà la soluzione nel nostro Paese, così come in altri Paesi. Osterhaus la pensa così.

informazioni

2G e 3G, cos’è questo?

Il 3G è attualmente utilizzato nel settore della ristorazione olandese. Non puoi entrare in una società di catering a meno che tu non lo siaNSVaccino corona “se vieni da esso”NSleggereo se tu’NSProva virale. E puoi dimostrarlo utilizzando un codice QR come biglietto Corona. In alcuni altri paesi, la lettera G viene lasciata cadere per i test e sei il benvenuto solo se lo sei Gvaccinato da Gleggere; sistema 2G.

Limitazione delle libertà

Un modello 2G è stato introdotto oggi in Austria e Osterhaus ha visto come immediatamente ci fosse stata una grande corsa di vaccini. “Tutte le persone che vogliono vaccinarsi comunque. Questo è un effetto molto positivo per me”.

READ  Viola Holt pensa di essere calamitato dopo essere entrato in contatto con il vaccino

Osterhaus si oppone alla vaccinazione obbligatoria, ma commenta. “Tutti devono fare questa scelta da soli, ma le libertà di cui godi come persona non vaccinata potrebbero dover essere limitate”.

Guarda anche

molto serio

Venerdì ci sarà un nuovo “momento di pesatura”. Poi sarà chiaro se verranno prese nuove misure e Mark Rutte e Hugo de Jong potrebbero tenere un’altra conferenza stampa. In qualità di progettista di malattie infettive presso l’Università di Wageningen, Marino van Zelst tiene d’occhio i numeri Corona e non vede l’espansione del Corona Pass come il prossimo passo. Teme che saranno necessarie misure più severe.

“I numeri sono già così gravi che non si può più intervenire solo nelle zone in cui i contagi sono in aumento. È solo questione di tempo prima che diventino molto pericolosi in tutto il Paese”.

‘Il biglietto Corona non basta’

Secondo Van Zelst, resta da vedere se le misure annunciate martedì scorso saranno sufficienti. Quindi è stato suggerito che il prossimo passo potrebbe essere quello di espandere la tessera d’ingresso Corona, incluso il lavoro, ad esempio.

“Il virus ora si sta muovendo così velocemente che è discutibile se sopravviverai semplicemente espandendo la carta Corona”. Van Zelst pensa che non sia abbastanza. “Se tutti seguono improvvisamente le procedure di base, l’infezione può essere colpita, ma non si risolve molto rapidamente. È necessario prendere una decisione lì, se vuoi ridurre l’infezione molto severamente o vuoi avere il più alto numero di infezioni che possono essere controllate?”

Guarda anche

discussione

Quindi Van Zelst ritiene che siano necessarie misure più severe. “Un mese fa si poteva fare con dei semplici accorgimenti. Adesso tornerà ad essere uno scherzo costoso e già si ha a che fare con misure pesanti con notevoli conseguenze sociali, sociali ed economiche”.

READ  Daya perde sua figlia a causa dell'anemia falciforme e il suo secondo figlio (2) ora è malato

Come giustamente sottolinea Van Zelst, c’è un dibattito anche all’interno degli esperti. Gli studiosi differiscono per opinione e visione. “Uno pensa che sia sufficiente presumere che tutti aderiranno di nuovo alle misure di base, e l’altro vede un aumento dei contagi e pensa che sia necessario un intervento rigoroso per invertire nuovamente la tendenza”.

Visualizza il rapporto su questo argomento qui