QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Van Gerwen ha commesso ancora una volta una regola delle freccette poco conosciuta quando Littler ha commesso un errore in finale?  |  Frecce

Van Gerwen ha commesso ancora una volta una regola delle freccette poco conosciuta quando Littler ha commesso un errore in finale? | Frecce

Sebbene abbia lasciato la scena molto rapidamente e di cattivo umore, Luke Littler non lo ha mai chiarito. A differenza dei media inglesi popolari. Hanno visto come Michael van Gerwen fosse molto vicino al sensazionale 17enne durante i tiri finali del “decisore” (5-5) a Berlino. Senza dubbio Dimitri van den Berg può parlarne. Ciò ha portato a un famigerato incidente tra i due alla Coppa del Mondo dello scorso anno.

Ha dimostrato che Littler non è un giocatore straordinario dopo la finale da favola – nella quale non ha avuto altra scelta che soccombere contro Luke Humphries – giovedì sera a Berlino. Nella seconda serata di Premier League ha battuto prima Rob Cross e poi lo stesso campione del mondo Humphreys. Per spingere al limite anche Van Gerwen nel finale. Inoltre: Littler aveva un'ottima occasione di vincere la sua prima serata in Premier League con un punteggio di 5-5 nella “partita decisiva”. Ma uscendo da 80 ha mancato il doppio 10 due volte.

Triste per Littler e, a quanto pare, anche per i tabloid britannici, che hanno aggiunto una regola sconosciuta al grande pubblico. Vedono come Van Gerwen si è ritrovato con entrambi i piedi nella cosiddetta “zona di esclusione”, uno spazio in cui può muoversi solo il giocatore di freccette autorizzato a muoversi.

Per l'organismo di regolamentazione delle freccette, la Darts Regulatory Authority, questa è “un'area chiaramente definita attorno al punto oltre il quale il giocatore di freccette deve lanciare) per consentire al lanciatore sufficiente libertà fino alla fine del lancio”. Secondo il regolamento quella zona va rispettata ed è compito del secondo arbitro segnalare un'eventuale violazione.

READ  Patrick Lefevre ha avuto un messaggio chiaro per Alaphilippe: "Non ho niente a che fare con un passeggero che ce l'ha" | Ciclismo

Van Gerwen sta con entrambi i piedi nella zona di esclusione. ©VTM

In pratica questo non viene quasi mai punito, ed è Van Gerwen che a volte commette fallo per mettere la pressione necessaria sull'avversario. Ricordate la semifinale della Coppa del Mondo dello scorso anno, quando le cose andarono male tra Van Gerwen e Dimitri van den Berg. L'olandese aveva anche un piede nella “Zona di esclusione” e vicino alla parte posteriore del “Dancing Dimi”, cosa che il nostro connazionale non ha potuto apprezzare. Rispose a Van Gerwen – “Bel lavoro”, sembrava dire con sarcasmo – e aspettò ancora un po’ prima di lanciare la palla. Quando poco dopo Van Gerwen trovò il suo sosia, gridò: “In ginocchio!” Punteggio finale: 6-0.

Aspetto. Van Gerwen fa arrabbiare Van den Berg ai Mondiali del 2023:

Era la terza volta che Littler e Van Gerwen raggiungevano la finale nel 2024. Littler ha vinto in Bahrein, ma nel suo paese d'origine e giovedì sera a Berlino, Van Gerwen ha avuto la meglio. Anche se in modo molto ristretto. E grazie alla regola sconosciuta?

“Ora voglio davvero tornare a casa”: Van Gerwen si precipita da moglie e figli dopo la vittoria della Premier League

L'avversario Luke Littler è arrabbiato con i tifosi e spiega: “Se fischi, non sei sano di mente”.

Michael van Gerwen stringe i pugni dopo aver battuto Littler.
Michael van Gerwen stringe i pugni dopo aver battuto Littler. ©M