QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Chiesa cattolica polacca vede un’ondata di segnalazioni di abusi sui minori | all’estero

Un portavoce della Conferenza episcopale polacca ha affermato che la Chiesa cattolica polacca sta affrontando “un’ondata di segnalazioni di abusi sui minori”. Le autorità ecclesiastiche hanno pubblicato lunedì un rapporto di 368 denunce di abusi sessuali su minori. Il vescovo della diocesi di Legnica, Zbigniew Kiernikowski, ha annunciato lunedì le sue dimissioni dopo aver coperto gli abusi del clero.




Le segnalazioni si riferiscono al periodo dal 1958 al 2020. Delle 368 segnalazioni, 65 sono relative a incidenti degli ultimi tre anni (dal 2018 al 2020). Il 39% del numero totale di segnalazioni avrebbe potuto essere confermato, mentre il 10% no. L’indagine è ancora in corso nel 51 per cento delle segnalazioni. Secondo il rapporto, metà delle vittime erano maschi e l’altra metà erano ragazze. Quasi la metà (48%) delle denunce proviene da vittime e il 19% delle denunce proviene da altro clero.

Ad oggi, 144 delle segnalazioni sono state ritenute attendibili. 186 comunicazioni sono ancora in fase di accertamento e 38 comunicazioni sono state respinte. Non c’è una chiara tendenza al ribasso. “I numeri sono costantemente alti”, ha detto un portavoce del secondo rapporto. Il primo rapporto del 2019 parlava di 382 casi segnalati tra gennaio 1990 e giugno 2018. “Chiedi ancora perdono”, ha affermato l’arcivescovo polacco Wojciech Pollack.

Le dimissioni del Vescovo

L’arcivescovo Kernikovsky si è dimesso dopo essere stato accusato di aver coperto le accuse di abusi sessuali su minori da parte del clero. Avrebbe commesso errori nella gestione di un caso di violenza sessuale da parte di un sacerdote nella diocesi di Siddell, dove Kernikovsky è stato vescovo dal 2002 al 2014.

READ  Centinaia di manifestanti filo-palestinesi a Greenplatz e Stenbel ... (Anversa)

La diocesi di Lublino ha confermato lunedì a dpa che papa Francesco ha accettato le dimissioni di Kernikovsky. Kernikovsky compirà 75 anni venerdì e raggiungerà quindi l’età in cui i vescovi devono presentare le loro dimissioni al papa secondo il diritto ecclesiastico.

La Chiesa cattolica è una parte importante dell’identità nazionale polacca. A causa del potere irradiato dal clero, le vittime degli abusi non osano uscire rapidamente, secondo i difensori dei diritti umani. Di conseguenza, alla fine sono stati segnalati pochi casi di abuso.

Punizione dei vescovi

Negli ultimi mesi il Vaticano ha punito diversi vescovi polacchi per aver ignorato segni di abusi sessuali. A maggio Jan Terawa, vescovo polacco di Bydgoszcz, si è dimesso dopo accuse simili: sarebbe stato anche accusato di aver nascosto accuse di abusi sessuali su minori da parte di sacerdoti. A marzo, il Vaticano ha condannato l’arcivescovo onorario polacco Slooj Leszek Glods e l’ex arcivescovo Eduard Janic.

Cerca il cardinale

Nel frattempo, il Vaticano sta indagando se il cardinale Stanislav Dziwisz abbia ignorato le accuse di abusi sessuali quando era arcivescovo di Cracovia. Prima di assumere questo ruolo, è stato per 17 anni Segretario e Segretario Privato di Papa Giovanni Paolo II. Documentario polacco Don Stanislaw Il cardinale Dziwisz era già stato insediato a novembre quando vittime, sacerdoti, esperti e giornalisti investigativi sostenevano che Dziwisz, in qualità di segretario privato di papa Giovanni Paolo II (dal 1998 al 2005), avesse nascosto accuse contro personaggi romani. La Chiesa cattolica.

Un’altra scoperta scioccante in Canada: 751 tombe non identificate sono state trovate vicino a un ex collegio

READ  La più grande nave da guerra dell'Iran è affondata e la causa dell'incendio non è ancora chiara

Non si è mai baciata prima del matrimonio, ma ha trovato porno per bambini: la famiglia devota di Duggar TV sotto un fuoco pesante (+)

La chiesa estremista di Heilong, dove pregano star come Justin Bieber, è di nuovo sotto tiro: “Uno scandalo sessuale dopo l’altro” (+)