QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Professore di Biotecnologie: “Le microplastiche che finiscono nell’ambiente vanno evitate il più possibile” | interno

Se gli standard delle microplastiche verranno rafforzati a livello europeo, come è successo con il PFOS, le Fiandre dovranno affrontare “grossi problemi” in molti luoghi. È quanto ha affermato martedì la professoressa Jana Asleman (UGent) al parlamento fiammingo durante un’audizione sulla possibilità di introdurre un deposito sulle bottiglie di bevande.

Secondo la professoressa Jana Aslman (UGent), dovremmo evitare il più possibile le microplastiche che finiscono nell’ambiente. La ricerca sui nostri corsi d’acqua mostra che non ci sono problemi immediati con le acque superficiali, ma che le concentrazioni di alcuni polimeri (polietilentereftalato, PET e polistirene o PS) nei sedimenti di quei corsi d’acqua sono elevate.

E quando gli standard europei vengono inaspriti, ad esempio per PFOS, vengono inaspriti di un fattore 200 in un periodo di 10 anni, si ottiene una situazione completamente diversa. “Se ti stressi solo con il fattore 10, finirai con grandi rischi in molti punti”, afferma Asselman.

Inoltre, osserva Asselman, le microplastiche più piccole non possono ancora essere misurate, quindi i valori misurati sono ancora “sottostimati”. Un altro avvertimento: non esiste ancora una tecnologia utile per rimuovere le microplastiche dai sedimenti.

In conclusione, secondo Asselman: “Se vogliamo evitare le microplastiche e proteggere il nostro ambiente e noi stessi, dobbiamo evitare nella massima misura che queste plastiche finiscano nei nostri corsi d’acqua e nel nostro ambiente”.

Quest’anno, i ricercatori olandesi hanno scoperto per la prima volta le microplastiche nel sangue umano e dentro Carne, latte e sangue di animali da allevamento. Altri scienziati hanno trovato minuscoli pezzi di plastica nei polmoni delle persone viventi. “Questi dati rappresentano un importante passo avanti nel campo dell’inquinamento atmosferico, delle microplastiche e della salute umana”, Poi uno dei ricercatori ha deciso.

READ  Test-Achats smaschera le false "offerte" del Black Friday: "Ieri costava 10 euro in meno"

Organizzazioni ambientali e agricole a favore dei giacimenti

Martedì, Bond Beter Leefmilieu (BBL) e Recycling Netwerk Benelux hanno ribadito il loro appello per un sistema di archiviazione presso la commissione per l’ambiente, la natura, la pianificazione territoriale e l’energia del parlamento fiammingo. Altri paesi mostrano che un tale sistema può fornire un tasso di raccolta superiore al 90%.

Le organizzazioni agricole ABS e Boerenbond supportano già l’introduzione di un deposito sugli imballaggi per bevande. Secondo Hendrik Vandamme (ABS), 6000 mucche si ammalano ogni anno nelle Fiandre per aver mangiato lattine sminuzzate. Circa 2.500 di questi animali muoiono. I danni variano tra 4,5 e 6 milioni di euro.

Secondo Peter Verhelst (Burenbond), i numeri mostrano anche che la sensibilizzazione da sola non funziona. “La sensibilizzazione è ancora necessaria, ma questo da solo non basta. Serve un approccio deciso e i depositi possono giocare un ruolo in questo”.

Sindacato e Fost Plus vs Deposito

Il sistema di deposito di bottiglie e lattine di plastica con i resi in negozio è “troppo costoso, ingiusto, antisociale e mina il successo della borsa blu”. Questo mercoledì è al parlamento fiammingo, ha affermato Nathalie de Greve, direttore della sostenibilità dell’associazione di categoria Comos. Comeos, insieme a Fost Plus, che rappresenta l’industria del packaging, chiede l’introduzione di un sistema digitale.

Comeos non ama il classico sistema di deposito in negozio (ritorno al dettaglio). Secondo Natalie de Greve, questo sistema “costerà molto”. Ho parlato di 155 milioni di euro per le macchine da ritiro, 100 milioni di euro per tutti i tipi di costi aggiuntivi e da 230 a 310 milioni di euro di vendite perse dovute al ridimensionamento dello spazio di vendita.

READ  Bitcoin (BTC) prezzo ancora al punto cruciale, ma analista ancora positivo, Dogecoin scende ulteriormente » Crypto Insider

Non solo il sistema è costoso, dice de Greve, ma “punisce anche i cittadini che smistano correttamente attraverso la borsa blu”. “Penseremo tutte queste persone per gli inquinanti dell’1 per cento?”, chiede. Secondo lei, il sistema di deposito “metterebbe in disparte” anche l’attuale sistema di borse blu di successo.

sistema digitale?

Comeos, insieme a Fost Plus e Fevia Fevia, sostiene un “approccio integrato” insieme all’introduzione di un sistema innovativo e digitale. In questo sistema, ai pacchetti di bevande viene assegnato un codice QR che il consumatore può scansionare per essere risarcito. Secondo De Greve, il sistema è tecnicamente fattibile e sicuro per la privacy. L’intenzione è quella di presentare presto uno studio di fattibilità al ministro Demir.

Ma secondo le organizzazioni ambientaliste, ci sono ancora molte domande e dubbi su questo percorso. “C’è ancora bisogno di ricercare fino al 2025, mentre per allora puoi avere un sistema di archiviazione perfettamente funzionante”, afferma Rob Borman di Recycle Netwerk.

È chiaro che l’intervento di Komos ha fatto arrabbiare i partiti di opposizione Groen e Forwett. “I fiamminghi chiedono un deposito. Le autorità locali chiedono un deposito. Il sostegno è mai stato maggiore e lei sostiene che il cittadino che lo smista viene punito?”, ha denunciato il parlamentare dei Verdi Miki Schweleg.

Inoltre, diversi parlamentari, tra cui Steve Vandenberg (Forweet) e Teen Rompouts (CD&V), hanno avuto molte domande sul sistema digitale proposto. Qual è il costo di questo sistema? Quanta ricerca è ancora necessaria? Il sistema è a prova di manomissione? Wilfried Vandele, il leader della fazione N-VA, si lamenta che alcuni partiti sembrano guidare in anticipo la strada per un sistema innovativo.

READ  La Grande Trasformazione | Ninatrans vuole essere climaticamente neutra entro il 2030

“Tecnologia a lungo percorso”

Né il ministro interessato Demir sembra soddisfatto della posizione di Comos. Ha risposto su Twitter dopo la sessione. “La tecnologia del lungo percorso è molto trasparente. Cercare di evitare la responsabilità come settore è facile, ma non lo richiederà”.

Il ministro dell’Ambiente fiammingo Saturn Demir ha parlato dell’introduzione di un deposito la settimana scorsa È ancora “inevitabile” dopo che è stato riscontrato che il settore degli imballaggi non raggiungerà l’obiettivo fissato per i rifiuti. Nel 2018 è stato concordato che entro la fine del 2023 ci sarebbe stato un calo del 20% rispetto al 2015, ma nei dati più recenti di OVAM il calo è ancora dell’11%.

Microplastiche trovate per la prima volta in profondità nel tessuto polmonare umano vivente

La quantità di spazzatura è ridotta in modo insufficiente: l’introduzione di un deposito su lattine e bottiglie in PET è “inevitabile”, secondo Demir

Oosterweelbouwheer Lantis ripulirà lui stesso la contaminazione da PFAS, Groen mette in dubbio gli standard sanitari

Scopri le microplastiche nella carne, nel latte e nel sangue degli animali da fattoria