QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Quartieri verdi: più freschi, più sani e più costosi

A Zandvoort, in mezzo alla splendida vegetazione delle dune, si trova il suggestivo Nieuw Noord grigio, ricco di asfalto, piastrelle ed edifici, pochi alberi, prati e giardini. Se fai una passeggiata nel Nieuw Noord, noterai il gran numero di condomini: il 67 percento delle circa 1.400 case della zona fa parte di un condominio. Quasi l’80 per cento di tutte le case sono di proprietà di associazioni di noleggio.

I residenti del New Nord guadagnano meno di quanto guadagnano in media gli Zandvoorts e hanno il livello di istruzione più basso. quartiere disagiato è finita Il Nordholland Dagblad All’inizio di quest’anno, ma “dove vuoi vivere”. Perché, prosegue il giornale, “il New Nord deve essere tolto da uno svantaggio e diventare l’area più verde di Zandvoort”. Alla fine dello scorso anno, Zandvoort ha pubblicato un piano generale che possiamo riassumere come segue: Più ambiente. Nel grafico, vediamo le immagini delle strade come ora appaiono (in grigio) accanto alle impressioni che promettono la vera perfezione. Più verde e alberi, ora le auto parcheggeranno sulle cosiddette tegole erbose e i bambini giocheranno sulle rocce e sui tronchi d’albero tra la lavanda.

Quartiere grigio, quartiere povero

Innanzitutto la domanda principale: cosa significa in realtà, qualitativamente green? La ricercatrice sugli alberi Jill Hemstra dell’Università di Wageningen: “In una città calda è importante fornire alle persone spazi verdi nel quartiere dove possono rilassarsi. Puoi farlo, ad esempio, fornendo giardini a pochi passi dalle case. Il così- chiamato Giardini tascabili allora essere sufficiente; Un piccolo parco con alcuni alberi e alcune panchine così le persone possono sedersi all’ombra.”

I parchi sono specifici di Hiemstra solo se disponibili e invitati all’uso. “Devono irradiare un senso di sicurezza e deve esserci qualcosa da fare. Solo allora i sentieri escursionistici e le piste ciclabili, ad esempio un parco giochi o uno stagno, aiuteranno”.

Politica sul calore: quartiere povero, quartiere caldo

Importa davvero in quale quartiere vivi a causa di quanto sei attraente questa settimana.

Ciò è ben illustrato nei quartieri di Amsterdam di Bijlmermeer e Nieuw-West – Stato socioeconomico: basso. Sebbene questi quartieri abbiano eccezionalmente molto spazio verde, i residenti si sono lamentati durante le interviste di strada con i ricercatori della scarsa qualità di quello spazio verde. Secondo loro, la manutenzione del giardino, tra le altre cose, lascia a desiderare, che a lungo andare porta a una cattiva reputazione e a un senso di insicurezza.

Ama Koranteng-Kumi ha creato parchi cittadini nel sud-est di Amsterdam (che include il Bijlmermeer). Conosce il verde come il dorso della sua mano. “Se si confronta Amsterdam-Zuidwest con, diciamo, la ricca Amsterdam-Zuid, gli spazi verdi del sud-est sono stati trascurati. Non c’era una visione o una politica deliberata dietro”.

Koranteng-Kumi afferma che l’inverdimento negli ultimi anni aveva principalmente un “obiettivo ambientale”. “Ma la missione sociale è rimasta indietro: come si fa a garantire che gli spazi verdi siano utilizzati attivamente?” Questo è il succo di tutto per lei: “Molte madri single o donne con problemi familiari vivono in questa zona. Un bel posto verde può essere un luogo mozzafiato e rilassante. Allo stesso tempo, buoni orti urbani dove si coltiva il cibo possono contribuire a sviluppo della personalità e del benessere della società.

Il testo continua sotto l’immagine.


2022_wk20_OneWorld_TreesEnInequality_DEF_WEB-6
“La quantità di alberi sulla strada sembra influenzare l’uso di antidepressivi”.


Fonte immagine:
Questo de Lange

effetti sulla salute

Koranteng-Kumi ha fondato Bloom & Growth, un’organizzazione che crea parchi urbani dove le donne del quartiere possono “prosperare”. Sotto la guida dei cosiddetti giardinieri, coltivano ortaggi, frutta, erbe e fiori. L’idea è di mettere le mani nella terra per il necessario rilassamento, interazione sociale e guarigione.

La scienza sostiene il suo lavoro; Il verde (la qualità) può avere molti benefici per la salute. Marianne Stoefer, sociologa e responsabile del programma Green Cities presso l’Università di Wageningen, ha il minimo sforzo per aggiungere ricerca dopo ricerca che mostrino un legame tra spazio verde e salute (mentale). Sebbene sia ancora una questione di indovinare esattamente come e perché, le persone rispondono positivamente all’interazione con un ambiente verde: camminare nel verde, giocare tra il verde, le dita nel verde.

È già stato dimostrato che gli spazi verdi in un ambiente di vita possono aiutare a prevenire i disturbi di ansia e depressione. Ma questi sono i parchi che, a differenza di quelli del Bijlmermeer e del Nieuw-West di Amsterdam, invitano le persone a riunirsi, fare esercizio e attività all’aperto. Stuiver: “Durante la crisi del Corona, le persone con accesso ai parchi e ad altri spazi verdi hanno subito meno stress (rispetto alle persone che non potevano, editore). Inoltre, insieme all’istituto di ricerca Nivel e all’UMC, abbiamo dimostrato che l’ambiente di vita Green — cioè, un ambiente verde entro 250 metri dalla casa, assicura che i farmaci per l’ADHD per i bambini siano ridotti”. Anche la quantità di alberi sulla strada sembra avere un effetto sull’uso di antidepressivi; Più alberi ci sono, meno la gente del posto assume antidepressivi.

Il testo continua sotto l’immagine.


albero albero
“Più alberi nel quartiere, meno antidepressivi prendono i residenti”.


Fonte immagine:
Questo de Lange

Risparmia sulla manutenzione

Perché i comuni non riempiono ogni quartiere di spazi verdi di qualità? Spesso è solo una questione di mancanza di spazio. Un grande albero di limoni occupa molto spazio. Hiemstra: “I quartieri sfortunati sono spesso quartieri in cui le case sono costruite vicine l’una all’altra e quindi non è facile piantare alberi tra di loro”.

L’Olanda è stata divisa nei minimi dettagli: c’è un piano di divisione per ogni centimetro quadrato

Ma questa non è la storia completa. “Vivo in una strada molto verde a Rotterdam”, afferma l’architetto del governo Francesco Fenstra, il cui compito è dare al governo consigli sia desiderati che indesiderati sulla pianificazione territoriale. “Il comune mantiene la mia strada molto meglio di un certo numero di strade un po’ più lontane, poiché non c’è quasi spazio verde e i residenti hanno difficoltà a piantare un albero qua e là. Nei quartieri svantaggiati, si vede una massiccia “pietrificazione” in modo da poter tagliare tornando alla manutenzione: è più facile mandare uno spazzino sul marciapiede di tanto in tanto piuttosto che mantenere chilometri di prati”.

Veenstra spiega che la decisione sullo spazio verde si basa principalmente su piani di assegnazione e zonizzazione. L’Olanda è stata scomposta nei minimi dettagli e c’è un piano di divisione per ogni centimetro quadrato. Se la città esplode alle giunture, l’area circostante verrà cercata per le aree in cui deviare. “Se un’area viene successivamente identificata come zona residenziale, gli sviluppatori lavoreranno alla progettazione di quell’area. Quindi vedrai che i posti migliori sono per le case più costose. Nei posti meno convenienti, spesso agli incroci di traffico, ci sono le case più economiche – che siano in affitto o meno. Questo è un meccanismo di mercato”.

Veenstra osa essere fermo al riguardo: “Paghiamo tutti per la qualità della vita della classe superiore più ricca della società”. Ma dobbiamo anche chiederci, pensa: chi è venuto prima, il bellissimo ambiente di vita verde o la costosa zona residenziale? E viceversa, gli alloggi sociali adiacenti a quella zona industriale o la stessa zona industriale? Finstra: “Se una città deve espandersi e quindi ostacola il trattamento dei rifiuti, in pratica, è più probabile che vengano costruite case in affitto sociale rispetto a una costosa area residenziale”. D’altra parte, i terreni agricoli e le aree boschive richiedono costose case occupate dai proprietari. Perché vedete come vende questo annuncio della Funda: “Bella villa con vista sul processore dei rifiuti”. “

Alla fine, la città dovrebbe appartenere al popolo, dice Curranting Comey. “Per noi, l’inclusione riguarda la proprietà e il controllo”, spiega. “Insieme ai residenti, esaminiamo i loro desideri per i parchi cittadini e in che modo questo parco potrebbe significare qualcosa per loro. Ora stiamo lavorando a un modello in cui i residenti gestiscono il parco da soli. Ad esempio con la nostra accademia, dove formiamo le donne a diventare formatori di giardini che preparano progetti Il loro greening è altrove nel quartiere e nel resto di Amsterdam. La prima donna ha ora completato questa formazione e stiamo vedendo decollare i progetti di greening. “

Questo articolo è apparso in precedenza in una variante di Una rivista mondiale In vigore da giugno/luglio 2022. Questa è la seconda parte di una discussione a doppio senso sullo spazio verde (urbano) e la disuguaglianza.

2022_wk20_OneWorld_TreesEnInequality_DEF_WEB-8

Politica sul calore: quartiere povero, quartiere caldo

Importa davvero in quale quartiere vivi a causa di quanto sei attraente questa settimana.

Airco_C_Modifica delle immagini

Condizionatore in casa? Il miglior edificio alla moda

I dispositivi di raffreddamento rimuovono il calore che viene assorbito nelle strade e negli edifici.